Formazione

In questa pagina potete trovare i corsi di formazione che l’associazione Il Progetto Alice propone per sensibilizzare gli studenti/sse all’identità di genere. Inoltre proponiamo un pacchetto di docenze volte alla formazione di insegnanti/educatori, ecc. Di seguito potete trovare il dettaglio delle attività proposte.

L’educazione al genere. Perché?

La categoria della differenza, fondante dell’identità del soggetto, riveste un ruolo fondamentale nei processi educativi. Essa ci appare, infatti, uno strumento imprescindibile per favorire l’incontro con l’alterità rendendoci disponibili a cambiare idee, concetti e visioni del mondo mettendo in crisi il pensiero unico della nostra cultura, fatto spesso di stereotipi e modelli culturali di genere normativi che limitano le possibilità di espressione di donne e uomini, di ragazze e ragazzi, nell’ambito delle relazioni, degli affetti, del lavoro o della scuola.

La differenza è inoltre una chiave di lettura fondamentale per evitare il rischio di omologazione del femminile al modello maschile e per valorizzare le specificità e le risorse di genere dei soggetti. Il sistema scolastico in cui viviamo e che contribuiamo a produrre, però, educa ancora alla ‘neutralità’ senza prendere in considerazione le appartenenze di genere e le esperienze dei soggetti che lo abitano nonché le traiettorie di genere che segnano le diverse discipline che insegniamo.

Data questa consapevolezza, la finalità generale dei progetti che proponiamo è quella di promuovere una cultura di genere capace di valorizzare le differenze tra il maschile e il femminile rivolgendosi principalmente a studenti e studentesse. Obiettivo dei progetti è, dunque, quello di intervenire su queste dimensioni con strumenti educativi differenziati a seconda dei/delle destinatarie e della tipologia di intervento. Fra le nostre finalità:, vi sono quelle di:

  • Promuovere strumenti di conoscenza e di riflessione sull’identità di genere e sulla valorizzazione delle differenze, all’interno di lezioni pomeridiani ad hoc.
  • Promuovere una cultura di genere e del rispetto delle differenze all’interno dell’intero istituto.
  • Valorizzare le differenze di apprendimento e di relazione di studentesse e studenti.
  • Promuovere nuove modalità didattiche attraverso l’ideazione di percorsi curriculari innovativi, sia nei contenuti che nelle metodologie, che siano in grado di includere in tutte le materie i saperi e i contributi di uomini e donne e di fornire a studenti e studentesse una prospettiva storica e analitica delle trasformazioni dei ruoli e dei rapporti di genere nel corso dei secoli.
  • Promuovere il superamento degli stereotipi di genere fornendo a studentesse e studenti strumenti critici di analisi che permettano loro di progettare il loro percorso di vita superando i modelli normativi di maschilità e femminilità.
  • Ideare e diffondere materiali didattici e formativi rivolti sia ai/alle docenti che a studenti e studentesse sia dell’istituto, che di Istituti terzi del territorio e nazionali per promuovere buone prassi educative, sia in termini metodologici che di contenuto, in merito al genere e alle differenze.

splash_3– Educare al genere e contrastare la violenza contro le donne

– Educare al genere con attività multimediali

– Orientamento lavorativo e universitario in ottica di genere

– Educare al genere per docenti

::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

We organize training courses on gender identity and cultural diversity for professionals in the field of education. We Model innovative educational methodologies for promoting gender equality in the field of education and we also undertake action-research on gender differences and schooling. Il progetto Alice develops innovative ways of thinking about new media (blogs, videos, etc.) for implementing gender in education and it offers Mentoring and coaching services in the field of equal opportunities and diversity.

Our main targets are teachers and social / youth workers, and teenagers, with special attention paid to participants with special needs such as teenagers at high risk of social exclusion, female adolescents and young migrants.

In our activities we put particular emphasis in the use of inter-active methodologies and new technologies, such as blogging, video-making and documentary.